Comunista oggi? Viva la fantascienza

Comunista oggi? Viva la fantascienza!

La data delle prossime elezioni si avvicina sempre più e da italiano dotato di intelletto e senso civico non posso proprio esimermi dall’innalzare una preghiera rivolta a tutti quelli che come me hanno facoltà di deduzione e cioè quella di non sprecare il proprio voto per quella ridicola farsa rappresentata dal comunismo e da tutte le correnti politiche ad esso strettamente connesse.

Il comunismo è solo una mera, irrealizzabile utopia. Per chi non lo sapesse affonda le sue radici nel marxismo ed esprime un’idea grandiosa, geniale nella sua semplicità; in sostanza non importa che tu sia spazzino o professore, scrittore o imprenditore, nello stato perfetto, che nei miei sogni si chiama “Terra” ognuno dà il proprio contributo al meglio delle capacità personali, incurante di quanto denaro le proprie azioni saranno in grado di produrre, perché le ricchezze verranno incamerate da un organo accentratore per poi essere equamente ridistribuite tra tutti i membri della comunità. Questo se ci pensate un attimo, per chiunque abbia un minimo di buon senso sarebbe la soluzione ottimale. Facendo un paio di conti, considerando i milioni di euro che vengono regolarmente sprecati per appalti truccati (nessuno avrebbe più degli interessi nello sperperare il denaro pubblico), in super stipendi per tanti politici, calciatori, cantanti, manager, dottori, ecc. (dopotutto senza operai un manager cosa gestisce? Senza insegnanti un luminare cosa avrebbe imparato? Senza i suoi datori di lavoro, gli elettori, un politico cos’avrebbe da pavoneggiarsi? E coloro i quali hanno il dono naturale di riuscire ad intrattenere la gente, o migliorare la qualità della vita, senza considerare che il piacere più grande dovrebbe essere l’amore del prossimo, cosa sarebbero senza i loro fans?) ce ne sarebbe per vivere tutti alla stragrande, molto meglio di come in media stiamo adesso.

Tutto questo sarebbe molto bello se non fosse che non siamo altro che degli stupidi, egoisti esseri umani. Ecco perché in buona sostanza il comunismo in Italia e nel mondo è solo una pietosa menzogna. Ma questa non è solo un’opinione personale, basta guardare ai fatti, Stalin per imporre il suo regime ha ucciso qualche milione di persone in più dello stesso Hitler, simbolo della crudeltà umana, durante il comunismo in Russia con la guerra fredda, c’erano file di persone lunghe chilometri con carriole piene di banconote che bastavano si e no per comprare un filone di pane e un litro di latte, si mangiavano i topi!!! Quando c’è stata l’esplosione della centrale nucleare di Chernobyl hanno fatto finta di niente, impiegando migliaia di operai per lo smantellamento dei residui ancora fumanti senza far parola sul rischio (certezza) di contaminazione con turni di dieci, dodici ore e se qualcuno faceva troppe domande o protestava lo premiavano col doppio turno. In Cina il regime comunista permette ai carri armati di passare sopra a degli studenti disarmati, di far lavorare bambini di quattro anni otto ore al giorno a cucire palloni da calcio in cuoio deformandosi per sempre le dita o assemblare fuochi d’artificio facendosele direttamente saltar per aria, un bel paese dove applicano il controllo delle nascite, quindi se fai più di un figlio, te lo portano via e lo ammazzano, dove allevano animali da pelliccia in gabbie di trenta centimetri, li accoppano a calci in testa e li scuoiano anche se sono ancora vivi, strappando loro la pelle di dosso e gettando in un mucchio le carcasse agonizzanti con gli occhi pieni di dolore e dopo aver macellato per decenni dei monaci buddisti si sono presi il Tibet. Ed è andata a finire che quando quello che forse è l’uomo più santo del mondo attualmente in vita, il Dalai Lama, è venuto nel nostro Bel Paese, i “nostri comunisti” e parte della “nostra chiesa neonazista” per paura di fare incazzare la Cina si sono calati le braghe e non lo hanno nemmeno ricevuto. E non entriamo nel merito di tutte le puttanate che hanno sparato per portare le prossime olimpiadi a Pekino, salvo poi una volta ottenuto quello che volevano, rimangiarsi tutto e anzi, arrivare a minacciare gli atleti olimpici… e anche qui braghe che cadono. Vi sembra che tutto questo assomigli anche solo vagamente all’idea di comunismo? Beh, vaffanculo! A me tutto questo fa soltanto venire da vomitare. La grottesca interpretazione del comunismo messa in piedi da noi umani può attecchire solo dove regna l’ignoranza, dove mancano i contatti col resto del mondo come in Corea dove credono che il capo di stato sia stato portato in volo dagli aironi, e dove libertà di pensiero e di parola sono punite anche con la privazione della vita. Le atrocità dovute al comunismo non si contano, alla fine della guerra i partigiani hanno depredato e ucciso tante brave persone, colpevoli solo di aver un trattore, o venti mucche, o perché conoscevano il tedesco e non dimentichiamoci delle Foibe dove i partigiani comunisti di Tito hanno torturato, ucciso e gettato dentro ancora vivi almeno diecimila italiani innocenti, delle brigate rosse o degli allegri anni di Cuba e chi più ne ha più ne metta. Intendiamoci bene, io non sono certamente di destra e non amo il capitalismo, i capitalisti possono essere tali solo perché hanno sfruttato la schiavitù e derubato di terre, oro, diamanti e petrolio altri popoli più deboli e disorganizzati militarmente. In concreto non c’è alcuna differenza tra lo schifo di destra e quello di sinistra, la maggior parte degli esseri umani sono degli avidi figli di puttana e anche quei pochi onesti se entrano in politica sono costretti a diventarlo o a perire, o ti ingrassi come tutti gli altri o vieni gentilmente accompagnato a far parte di un pilone di cemento, o fatto saltare con una bomba. Però almeno il capitalismo è quello che è, se non vi piace lo vedete subito, non tenta di prendervi per il culo spacciandovi per fattibile un’idea attualmente inapplicabile. Il comunismo in Italia ti dice che sei importante ma in realtà poi ti dimostra che ti considerano alla stregua di un cesso turco. Prima hanno governato senza essere eletti in quella che io chiamo una dittatura (ah come mi manca Lamberto Dini…), poi quando finalmente hanno avuto abbastanza voti per salire al governo, Prodi cosa fa? Mette le tasse su donazioni e successione, solo dopo aver intestato ai figli le sue proprietà però! E mentre gli italiani sono ridotti a cercare il cibo nei rifiuti o alla Caritas dopo una vita di lavoro e sacrifici loro dicono che va tutto bene e si alzano gli stipendi… due volte. E che bella figura davanti al mondo intero con l’emergenza rifiuti! Ma se volete ridere andate a guardare quanto abbiamo regalato al buon Clemente, signore di Ceppaloni per la sua testata giornalistica o a quanto si è speso per il sito www.Italia.it e con quali grandiosi risultati. L’ultimo governo si è trovato in mano alcuni milioni di euro avanzati dalla precedente gestione e in due anni, dopo averci fatto spendere 44 milioni di euro in più di tasse, se ne va con una settantina di milioni di debito… dove cazzo hanno messo i nostri soldi visto che dal 2000 gli stipendi non aumentano? Semplice, se li sono mangiati tutti, chi in mortadella chi in caviale cocaina e prostitute (certo, coi pochi soldi che prendono non possono permettersi di tenersi vicine le famiglie e allora va a finire che si sentono soli e depressi, certo, quei magri stipendi bastano appena per girare in auto blu, andare con squillo da 500 euro a botta (avessi io la fica!) e pipparsi 20 grammi di cocaina tagliata male, che poi lei collassa e succedono i casini (ed ecco che in un giorno se ne sono volati minimo 3.000 euro cena compresa, un bello schiaffo per chi ci mette tre, quattro mesi a mettere insieme quella cifra, specie se pensate che siamo proprio noi a pagargli tutto questo. Il fatto è che se al governo c’è qualcuno che non ha la fame di uno sciacallo, potrà farne di porcherie, potrà trasformarne di leggi a suo favore ma non arriverà mai ad affamare il popolo che gli permette avere tanto volume di affari, mentre se a governare c’è qualcuno che ha avuto i voti raccontando favole, state pur certi che prenderà tutto quello che c’è da prendere e anche di più, il motto di queste persone è “quel che è tuo è mio e quel che è mio è mio!”, mangerà fino a scoppiare, lui e chi lo sostiene, e noi faremmo lo stesso, perché sono esseri umani; proprio come viene naturale ad un assetato tracannare la borraccia piena d’acqua in pochi istanti, anche a costo di versarne la metà sulla sabbia del deserto. Ecco perché ancora una volta, prego tutti quelli dotati di buon senso e della facoltà di discernere la verità dalle menzogne di non votare mai nella vita per questa orribile bugia, per questo stupro di una splendida idea chiamata senza titolo, comunismo.

 

Comunista oggi? Viva la fantascienzaultima modifica: 2008-03-09T19:05:00+01:00da il.cheburashka
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento